Adriano Pessina: tecnologia e «nuova esposizione esistenziale»

La tecnologia, come forma di liberazione, induce una nuova esposizione esistenziale dell'uomo occidentale che si trova ad affrontare un nuovo mal di vivere, quello che emerge dalla difficoltà di comprensione della finitezza e perciò dall'impossibilità di riconoscere un senso (significato e direzione) dei possibili che la tecnologia mette a sua disposizione.

[...]

Per la scienza sperimentale la verità si trova al termine del processo sperimentale e non all'inizio: questo modello teorico è oggi pervasivo.

Adriano Pessina, Il «senso» del possibile

Adriano Pessina: tecnologia e «nuova esposizione esistenziale»